Rubavano dati personali e li rivendevano in parte ai call center. Un vero e proprio mercato nero di dati riservati sui quali lucravano diverse persone fra Roma e la Campania. A smascherare la truffa messa in piedi…

Continua a leggere su